Cookie

Home > Primi Passi > Le origini dei giochi da casinò
carte da gioco blackjack

Le origini dei giochi da casinò

La storia dell’umanità è indissolubilmente legata al gioco, non importa quanto indietro nel tempo si vada. Ci sono una moltitudine di resti a testimoniare che quando dei gruppi di persone si riunivano avevano luogo giochi e scommesse.

La prima traccia del gioco

Le prime prove concrete provengono dell’antica Cina dove sono state rinvenute delle tessere che, come il testo cinese “Libro delle canzoni” indica, potrebbero riguardare una lotteria. Abbiamo prove che nel 200 AC circa esisteva una lotteria per finanziare opere statali, inclusa probabilmente la costruzione della Grande Muraglia.

Scritti del poeta Sofocle risalenti al 500 AC, menzionano già i dadi da gioco. Di sicuro i dadi esistevano anche molto prima, poiché una coppia di essi venne scoperta in una tomba egizia del 3000 AC, ed è certo che gli antichi greci e romani amavano scommettere praticamente su tutto ed in ogni occasione.

dadi barretta e bastoncelli

Fonte: Wikimedia Autore: Sailko Licenza: CC BY 3.0

L’invenzione delle carte

Le prime carte da gioco sono apparse in Cina nel IX secolo, anche se alcune fonti credono che i primi mazzi fossero tessere del domino cinese.

Un antico gioco ancora presente nei casinò è il Baccarà. La sua prima versione nel 1400 emigrò dall’Italia alla Francia. Dopo centinaia di anni è ancora presente nei casinò di tutto il mondo ed è molto popolare tra i giocatori di alto livello.

Le prime forme di BlackJack sembra derivino da Ventiuna, un gioco spagnolo del 1600. Altri sostengono che derivi dal gioco francese vingt-un del XVII secolo, che fu certamente un antenato diretto del gioco moderno, arrivato negli Stati Uniti insieme ai primi coloni francesi. Il nome BlackJack fu un’idea promozionale americana degli anni 30, per attrarre più clienti. Quando si vinceva con un Jack e un Asso di picche la posta veniva pagata 10 a 1.

carte da gioco blackjack
Fonte: Flickr Autore: Adrián Pérez Licenza: CC BY 2.0

Primi casinò in Italia

Le prime case da gioco iniziarono ad apparire all’inizio del XVII secolo in Italia. Per esempio, nel 1638, a Venezia fu fondato il Ridotto per provvedere un ambiente di gioco controllato tra il caos del carnevale. I casinò iniziarono a spuntare in ogni parte dell’Europa continentale dal 1800. Mentre negli Stati Uniti le barche a vapore che facevano su e giù per il Mississippi divennero luogo di ritrovo per molto giocatori. Fu la nascita di un fenomeno di costume tra i più acclamati.

La roulette per come la conosciamo oggi nacque con il doppio zero nel 1796 a Parigi. Solo 100 anni dopo, il casinò di Montecarlo adottò la celebre versione con uno zero che divenne lo standard in Europa.

È invece difficile conoscere l’origine precisa del poker. Alcuni dicono che sia stato ispirato da un gioco francese chiamato Poque. Quello di cui siamo certi è che l’inglese Joseph Crowell ne giocò una versione simile a New Orleans nel 1829. Comunque il poker è letteralmente esploso con gli eventi televisivi, come quando il dilettante Chris Moneymaker vinse il campionato mondiale nel 2003, dopo essersi qualificato giocando online, permettendo a tutti d’immaginarsi miliardari grazie al poker.

Con l’avvento del cinema, furono molti i registi che vollero raccontare i casinò. I personaggi affascinanti e le storie avvincenti che ruotano intorno ai tavoli verdi e al mondo del gioco sono diventati protagonisti di film leggendari come Casablanca, Ocean’s 11, Casinò di Martin Scorsese e diversi capitoli di 007.

La prima slot-machine fu sviluppata da Sittman e Pitt a New York e aveva 52 carte su di un tamburo simulando il gioco del poker. Allo stesso tempo Charles Fey introdusse un modello con le famose campanelle a San Francisco. Mentre le prime macchine davano sigari e chewing gum come premio, le versioni a soldi divennero presto popolari in bar e casinò intorno al globo.

Il futuro

Con l’avvento della tecnologia, sono più di dieci anni che da casa, chiunque può sbizzarrirsi con ogni tipo di gioco. Con un oceano di scelte di gioco anche per i dispositivi mobili, è difficile prevedere quale sarà il futuro dei casinò.

Las vegas, Montecarlo e Macao certamente rimangono dei luoghi esclusivi da visitare. Ma è facile immaginare che presto, grazie a un visore VR, ci si potrà catapultare in un famoso casinò per sedersi insieme ai propri amici intorno a un tavolo verde.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *