Home > Primi Passi > Strategie Poker: come gestire il kicker
strategie poker

Strategie Poker: come gestire il kicker

A volte sono anche le cose che si danno più per scontate che in realtà potrebbero farti capire meglio il funzionamento di qualcosa. Nel nostro caso, è inutile che ti vai a studiare le strategie Poker più complesse quando non hai ben presente le cose basilari. Una di queste è l’importanza del kicker. Prendendo d’esempio il Texas Hold’em, delle due carte iniziali il kicker può essere facilmente sottovalutato, ma andremo a vedere in questo articolo che non bisogna farlo assolutamente, perché troppe volte può fare la differenza fra la sconfitta e la vittoria.

STRATEGIE POKER: ESEMPI DI KICKER

Prendiamo un caso specifico: un primo giocatore ha un Asso e un K, mentre un secondo ha un Asso e una Q. In questo caso, il giocatore con la Q potrà vincere contro il primo soltanto se fra le community cards dovesse uscire un’altra Q, con una probabilità molto bassa. Quindi bisogna stare molto attenti a questo tipo di mani, perché possono farci credere di avere la vittoria in pugno quando non è così. Tutte la mani con un’ottima carta iniziale e un kicker scarso, come K6, Q7, J4 e via dicendo, sono estremamente insidiose, e bisogna prestare molta attenzione al gioco degli avversari.

Un’altra eventualità che può capitare frequentemente è che il kicker sia talmente basso da non superare nessuna delle community cards. In quel caso diventa una carta totalmente spuria, inutile, sulla quale inizialmente potresti anche fare affidamento, ma che poi ti potrebbe riservare una bella sorpresa nel momento in cui vengono scoperti il flop, il turn e il river. Un caso esemplare è quello in cui due giocatori iniziano la mano con un Asso, ma il primo ha un 3 e il secondo un 2: in questo caso, mettiamo che il flop sia AA10, entrambi avranno un tris agli assi e continueranno a giocare, per poi rimanere amareggiati quando usciranno un 8 al turn e una Q al river. In questo caso il piatto si dovrebbe inevitabilmente dividere, perché nessuno dei due utilizzerebbe il kicker per la propria combinazione. Devi stare molto attento quindi alle insidie di questa seconda carta, che può permetterti di vincere quanto di perdere facilmente.

Leggi anche:

Strategie poker: chi sono i “Bluff Catchers

Cash game: quando giocare aggressivi nell’Hold’em

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *