Cookie

Home > Primi Passi > Campioni Poker: Dario Alioti, la storia del pokerista – judoka
campioni poker

Campioni Poker: Dario Alioti, la storia del pokerista – judoka

Dario Alioto è un altro ottimo esempio di come anche dall’Italia ormai da diverso tempo inizino a nascere sempre più talenti per il poker. Personaggio particolare, Dario è diventato nel giro di pochi anni uno dei più giovani giocatori di poker al mondo a vincere cifre davvero incredibili, diventando un esempio per tutte le nuove leve.

Classe 1984, Dario Alioto nasce a Palermo e affianca già da sempre la sua passione per il gioco ad un’altra molto più movimentata che gli varrà il soprannome di Ryù: le arti marziali. In particolare eccelle nel Judo e nella Lotta Libera, dove arriva a conseguire anche notevoli risultati a livello nazionale. Uno spiacevole infortunio lo costringerà a ritirarsi dalla carriera agonistica, ma non da quella di pokerista. Un sfortuna che gli varrà una fortuna.

Conosce presto il Texas Hold’em tramite il poker online, e con un’ascesa che ha dell’incredibile, nel 2005, lo stesso anno della sua scoperta del poker all’americana, al suo primo torneo live, arriva al tavolo finale dell’Ept di Barcellona. Continua a farsi le ossa a Budapest dove sta effettuando l’Erasmus, vincendo senza sosta. Decide presto di abbandonare i suoi impegni universitari per dedicarsi esclusivamente alla carriera di giocatore professionista, iniziando a mettere una serie di successi clamorosi uno dietro l’altro.

Tra il 2007 e il 2009 consegue ben 9 ITM alle World Series, tra cui 5 tavoli finali, fino a diventare campione alle WSOPE di Londra al torneo Pot Limit Omaha. E’ fra i giocatori più giovani a vincere così tanto in così poco tempo, un vero fenomeno che sembra non voler arrestarsi: nei seguenti campionati del mondo continua ad ottenere ottimi piazzamenti e diventa capitano della nazionale italiana negli ultimi tre anni alla Nation’s Cup. Le sue vincite ammontano a circa 1.1 milioni di dollari, il che, se si considera il poco tempo che ha impiegato per guadagnarli, è un risultato davvero impressionante. Un vero modello da seguire per tutti i giovani pokeristi in erba.

Leggi anche:

Poker Italiano: la storia di Max Pescatori

Tornei Poker: come si svolge un torneo di poker sportivo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.