Home > Primi Passi > Regole Poker: differenze tra Fixed Limit, Pot-Limit e No-Limit
regole poker

Regole Poker: differenze tra Fixed Limit, Pot-Limit e No-Limit

Dovunque giocherete a poker, sia che si tratti di una partita ad un tavolo reale oppure on-line troverete che le puntate possono essere regolate in modo differente e cioè possono avere un limite massimo oppure no. E’ bene che nel momento in cui ci si unisce ad un tavolo per giocare, siamo ben informati sul tipo di puntata che il tavolo offre: se Fixed Limit, Pot-Limit oppure No-Limit, questo fa parte delle regole del gioco ma è anche un valido aiuto per improntare la tua strategia.

Ci sono delle differenze sostanziali tra le tre tipologie che è bene tenere a mente, innanzitutto la differenza tra No-Limit e le altre due Fixed e Pot-Limit consiste nel fatto che nel primo caso non c’è un limite alle puntate e c’è il rischio di perdere tutto il proprio stack già alla prima mano. Nelle partite Fixed-Limit invece la puntata massima corrisponde alla cifra sborsata dal grande buio mentre nelle partite Pot-Limit la puntata massima corrisponde alla cifra presente nel piatto.

REGOLE POKER: UNA QUESTIONE DI STRATEGIA

A primo acchito ci renderemo conto che il tipo di puntata No-Limit permette uno stile di gioco aggressivo con raise che possono essere molto elevati, questo ci permette di indirizzare la mano nella direzione voluta spingendo gli avversari che non hanno punti accettabili a lasciare la mano anche con una buona pratica nel bluff. Nelle partite a limite fisso invece consiglierei caldamente di evitare il bluff in quanto potrebbe rivelarsi una pratica fallimentare. Una delle tecniche più apprezzabili nelle partite limit è quella conosciuta come “Check-Raise” essa ci permette di agire più oculatamente lasciando la mossa all’avversario: faremo check aspettiamo che il nostro avversario rilanci e poi starà a noi fare un raise lasciandolo completamente spiazzato!

Infine possiamo dire che in qualsiasi tipo di partita vi troverete dovete fare attenzione alla posizione al tavolo da gioco. E’ infatti risaputo che soprattutto in una partita No-Limit per condurre il gioco bisogna essere gli ultimi a parlare, ma questo offre vantaggi anche nelle partite a puntate differenti.

Leggi anche:

Poker Italiano: alcuni consigli utili

Film Poker: la casa dei giochi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *